Biodinamica Craniosacrale

fiori

La Biodinamica Craniosacrale è un invito profondo al riequilibrio, fisico, emotivo ed energetico. Stimola la naturale capacità di riequilibrio e guarigione del corpo. Riconnette con i ritmi naturali.

All’inizio della vita, in grembo, siamo integri.
Corpo e spirito in unità fluida, con il cuore al centro.
In una sessione Craniosacrale c’è questa bellissima possibilità di riconnettersi a qualcosa di più grande e naturale, ai nostri ritmi naturali, alle nostre qualità essenziali, di rimettere il cuore al centro.

Amo la capacità della Craniosacrale di alleviare dolori, riequilibrare emozioni, aiutare anche i più piccoli a fiorire, soprattutto perché so che avvengono grazie a questa riconnessione con il cuore e con le nostre origini.

La Biodinamica Craniosacrale fa parte delle discipline del benessere e bio-naturali.

E’ una tecnica manuale dolce e non invasiva, che aiuta il riequilibrio del corpo con un conseguente benessere psicofisico. Facilita e sostiene il naturale processo di autoguarigione del corpo.

E’ adatto a tutti, a tutte le età, è un approccio così gentile che viene utilizzato anche come ottimo supporto durante la gravidanza e per i neonati.

La Craniosacrale trae le sue origini dall’osteopatia. Andrew Still era un medico che studiò con i nativi americani ed è considerato il padre dell’osteopatia. William G. Sutherland era allievo di Still ed è il “papà” della Craniosacrale. Agli inizi del Novecento, Sutherland scoprì il movimento intrinseco delle ossa del cranio e individuò diversi movimenti ritmici nel corpo, fluttuazioni sottili che potevano alterarsi e ridursi in seguito a traumi e malattie. Scoprì anche che un ascolto manuale di questi ritmi poteva facilitare il ripristino del loro movimento naturale e fisiologico. Pochi anni prima di morire Sutherland si accorse che c’era una forza di Salute nell’organismo che guidava il trattamento.
La definì Respiro della Vita. Il contatto diventò sempre più delicato e preparato ad accogliere la sacralità del processo in corso nell’organismo.